top of page

Tool per le startup innovative

Aggiornamento: 9 set 2021

Prima di scrivere questo articolo ho cercato, capito e studiato quali fossero i tool fondamentali in riferimento ad una startup.

Non certo perché non ci sia del materiale di cui parlare e approfondire ma perché prima di ogni cosa è necessario studiare il business in questione per poi restringere il campo verso strumenti funzionali.





Innanzitutto si attuano delle valutazioni preliminari:

1. Lo stadio in cui è la startup: Sono molto diverse le situazioni di aziende ancora completamente bootstrapped o che hanno già ricevuto round di finanziamento tali da poter programmare con maggior capacità economica gli investimenti;

2. Il modello di business: Qual è il livello di crescita che si desidera raggiungere?Quali le esigenze dei singoli membri del team di lavoro?;

3. Le competenze in-house: Quali linee di attività vengono gestite tramite competenze in house? Quali devono essere invece necessariamente demandate a strumenti esterni?


Definito questo parliamo della parte più divertente.


Gli imperdibili 3 tool




Ora penserete che esistono moltissimi tool per l’editing delle immagini che funzionano online, ma sicuramente sentite la mancanza di alcune funzioni tipiche di software come Photoshop. Bene, vi dirò una chicca Photopea è una versione di Photoshop online e completamente gratis, permette la gestione dei livelli, del testo e degli smart object (cioè l’editing di singole immagini come oggetti a sé stanti).





Il tempo è importante! ''Sprecarlo'' nel distribuire i nostri contenuti sui Social Media non è produttivo giusto?

PostPickr è la soluzione made in Italy per questo problema: permette la pubblicazione simultanea e/o programmata di uno o più contenuti sui maggiori canali social.

Con la funzione smart feed si può collegare qualsiasi feed RSS e impostare intervalli e modalità di pubblicazione e grazie all’integrazione con Designbold, si possono addirittura creare grafiche direttamente in piattaforma.

Interessante la possibilità di avere tra i canali di pubblicazione Telegram, Google My Business e Instagram.




Parliamo di uno degli strumenti più utilizzati per l’analisi del traffico su sito web e per la gestione dei feedback e presenta numerose funzioni ad un prezzo decisamente non spropositato.

Le caratteristiche principali sono:

  • La creazione di mappe di calore, per capire quali aree del sito web siano le più cliccate.

  • La registrazione delle sessioni che ci aiuta a comprendere i percorsi dei visitatori.

  • L’analisi del funnel di conversione, per individuare dove si ha il tasso di abbandono maggiore.

  • Il controllo sul tasso di compilazione dei form, per capire se e dove vi siano “colli di bottiglia” nel processo di acquisizione dati utente.

  • I widget di survey per andare ancora più in profondità nell’analisi dell’esperienza utente.



Lo so lo so, tutto molto figo! Cosa aspetti a provarli?

E sei hai bisogno di noi e dei nostri servizi non esitare a contattarci!




20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page